Nel dicembre del 2015, quando ancora non facevo questo genere fotografico, dimenticai la mia Canon 5D Mark II sotto al sedile, scendendo in tutta fretta dal treno per non ritrovarla più, una volta tornato a cercarla. Vissi lo smarrimento-furto della fotocamera come una vera e propria tragedia perché non avevo i soldi per comprarne un'altra. Dopo quattro "lunghissimi" mesi, riuscii a mettere insieme circa 350 euro per acquistare una Fujifilm X30 nuova. Non ne ero molto entusiasta ma non potevo permettermi altro. Era come scendere da una Ferrari per montare su una Fiat 500. Se non avessi perso la mia Canon, non l'avrei certamente comprata! Scoprii presto di aver sottovalutato la piccola Fuji. Grazie alle sue dimensioni abbastanza compatte, abbinate a una qualità delle immagini di tutto rispetto (considerando le dimensioni del suo sensore) diventammo davvero inseparabili e cominciai a fotografare di nascosto le persone che viaggiavano sul mio stesso vagone. Spesso, pendolari come me.
Il dubbio: che sia stata la Stazione stessa a ingoiare la mia 5D Mark II, per spingermi verso la Street Photography?